chinafonini.it
Il Sito Guida sui Cellulari Cinesi... e non solo
Dichiarazione di Declino di Responsabilità / Disclaimer
Il titolare di questo sito non effettua rivendita dei dispositivi menzionati e non è collegato con i rivenditori citati.

La Recensione del TT-V900
di Marco Giuliano (nickname "pirgopolinice" sul forum)
© 2009 www.chinafonini.it


Introduzione
Il modello cinese TT-V900 è un telefonino touchscreen quadriband dotato di dual-sim, tv analogica, doppia fotocamera e bluetooth. E' possibile scegliere la lingua italiana, ma lo sconsiglio a chi mastica l'inglese, poichè è imperfetto e d'altra parte, essendo un telefono abbastanza simile agli altri, è molto intuitivo.
Supporta microsd card fino a 8gb.
Misure: 110x52x13 mm.
Il prezzo di mercato è di circa 140,00$ (s.s. escluse).

Primo contatto
All'interno della piccola confezione rettangolare si presenta il telefono in una bustina di plastica trasparente con le pellicole protettive. Con esso ci sono due batterie da 1000mAh di tipo BL-5F, auricolare, cavo usb (mini usb), caricatore e convertitore per prese italiane, manuale in inglese e portacellulare in pelle marrone (un po' troppo stretto per contenerlo..). Non è prevista una memory card di dotazione.
Il telefono si presenta con un display da 2,8 pollici e un totale di 6 tasti frontali più il pad con il tasto centrale. Nella parte superiore c'è l'antenna della televisione, ovviamente da estrarre ed orientabile; il pennino invece lo troviamo nella parte inferiore. Ai due lati del telefono abbiamo lo sportellino di gomma (un po' difficile da aprire) che copre il connettore per auricolare e cavo dati da un lato, e i tasti + e - per alzare o diminuire il volume dall'altro. Il coperchio che copre la batteria non è dello stesso materiale del telefono, bensì è quasi antiscivolo e presenta un noto logo a forma di mela con la scritta iPhone.
Come ho accennato prima, ci sono 6 tasti, due dei quali sono per avviare la chiamata con la relativa sim, due che equivalgono all'"enter" e al "back", uno per accedere direttamente alla TV e un altro per concludere la chiamata (classico tasto rosso).
A primo impatto mi è piaciuto molto e trovo decisamente utili tutti i tasti presenti, l'unica pecca è che non c'è un pulsante esterno per la fotocamera ma lo dovremo configurare nel telefono. Per aprire la scocca basta farla scivolare verso il basso, all'interno ci sono due appositi slot nei quali inserire le sim (molto pratici, sono come dei contenitori), mentre lo slot per la memory card è affossato in basso e per inserirla va fatta scivolare contro la base stessa del telefono. Per rimuoverla basta fare una pressione su di essa così da farla scattare in avanti. Attenzione però che l'operazione risulta spesso difficoltosa, per cui consiglio di applicare una maggiore pressione così da farla scattare decisamente verso l'esterno.

Funzionalità telefoniche
La ricezione di ambedue le sim è normalmente buona ed è rappresentata da un massimo di 4 tacche; in vari momenti però può capitare che il segnale si perda (questo succede sulla Vodafone sia come sim primaria che secondaria), per poi ritornare dopo qualche attimo.
La carica della batteria è invece rappresentata sul display da un indicatore composto da 3 tacche, che però non rende a mio giudizio l'effettivo stato di carica.
L'audio in conversazione è molto buono, sia in ricezione che trasmissione: chi mi sente dice di sentire nitidamente e molto chiaramente. Anche l'audio della radio e delle altre funzionalità che sfruttano suoni è sempre molto buono; le casse sono potenti (sicuramente più del mio notebook!).
Ora passiamo ad una sezione delicata, la composizione dei messaggi. Certamente chi acquista un terminale full-touchscreen (privo di tastiera) deve sapere che andrà incontro ad una scrittura dei messaggi problematica, poichè la tastiera virtuale (a schermo) è quasi sempre piccola e richiede l'uso di dita sottili o del pennino. Anche sul TT-V900 la tastiera virtuale (QWERTY) è abbastanza piccola ma il telefono è dotato dell'apposito pennino per cui l'ostacolo viene superato agevolmente. Ad ogni modo, scordatevi di poter inserire una lettera con la pressione di un dito.. potrete usare tuttalpiù l'unghia! Per chi scrive tanti sms e non vuole usare il pennino, beh, non è proprio il caso di acquistare un full-touchscreen!
Esiste però pure la possibilità di scrivere sul display semplicemente cercando "disegnando" una lettera alla volta (handwriting): tale sistema non è in realtà molto preciso.

(continua a pag.2) ->


Cookie policy