chinafonini.it
Il Sito Guida sui Cellulari Cinesi... e non solo
Dichiarazione di Declino di Responsabilità / Disclaimer
Il titolare di questo sito non effettua rivendita dei dispositivi menzionati e non è collegato con i rivenditori citati.

La nuova F.A.Q. sui Chinafonini
Frequently Asked Questions
La risposta alle domande più frequenti sui telefoni cellulari cinesi

F.A.Q. - Cosa sono i Chinafonini?
- Di che "marca" è il mio Chinafonino?
- I Chinafonini sono illegali?
- I Chinafonini fanno male alla salute?
- I Chinafonini sono pericolosi?
- Perchè i Chinafonini costano poco?
- Sul mio chinafonino c'è il logo "CE": è certificato dalla comunità europea?
- Il mio chinafonino è uno "smartphone"?
- I cosiddetti "cloni" sono simili ai prodotti originali da cui sono copiati?
- Cosa sono esattamente RAM e ROM?
- Di quanta RAM ho bisogno per il mio smartphone?
- Che risoluzione dovrebbe avere il display di uno smartphone?
- I chinafonini hanno la TV?
- Come funziona il Dual Sim?
- Posso installare applicazioni e giochi sul mio chinafonino?
- Come si installano i programmi java?
- Come si installano i programmi per Android?
- Perchè il mio chinafonino fa brutte foto nonostante abbia una fotocamera da molti Megapixel?
- Perchè il mio chinafonino non va in 3G pur avendone la capacità?
- Perchè sul display viene visualizzato il numero e non il nome del chiamante?
- Perchè i messaggi inviati non vengono salvati?
- Quale è il codice/password per il ripristino delle impostazioni e per cancellare dati?
- Posso aggiornare/sostituire il firmware (sistema operativo) del mio chinafonino?
- Posso installare Android o iOS o Windows Mobile su un telefono che non lo ha?
- Posso aggiungere la lingua italiana al mio chinafonino che ne è sprovvisto?
- Perchè non riesco a connettermi con il WiFi al mio router Alice?
- E' possibile acquistare un chinafonino sul sito web Chinafonini.it?


- Cosa sono i Chinafonini?
Quando è nato questo sito con il termine "chinafonini" si intendeva identificare dei prodotti assolutamente originali ed inediti per il mercato occidentale: si trattava di telefoni cellulari di fabbricazione cinese non ufficialmente importati e dotati di caratteristiche uniche quali la presenza contemporanea di touchscreen e tastierino numerico, display ampio, casse audio potenti, doppia sim, batteria a lunghissima durata (fino a più di 1 mese!) e ricevitore TV (analogico).
Questi terminali, dotati di sistema operativo proprietario, sono oggi praticamente scomparsi a causa della moda imperante dei cosiddetti "smartphone" full-touch e l'intero mercato dei cellulari cinesi è oggi composto da terminali Android del tutto simili a quelli venduti in Italia e in tutto l'occidente.
Questo sito continua ad occuparsi anche di questi smartphone cinesi ma per noi i "chinafonini", quelli veri, rimangono sempre quegli strani oggetti cosė fuori del comune che ci hanno fatto appassionare alla varietà ed alla originalità dei telefoni cellulari cinesi.

- Di che "marca" è il mio Chinafonino?
Quando ci si avvicina ai chinafonini bisogna abbandonare il concetto tradizionale di "marca" che rappresenta l'azienda alle spalle del prodotto: i chinafonini sono spesso "figli illegittimi" della produzione industriale cinese e non possono essere accomunati ad un marchio specifico come faremmo con prodotti tradizionali. Accade cosė che uno stesso modello sia reperibile con diversi marchi e nomi ed anche che prodotti con identico nome presentino caratteristiche leggermente diverse perchè assemblati in momenti o da mani differenti.
Ma, soprattutto oggi, esistono anche prodotti di autentici colossi industriali affermati in tutto il mondo, come i dispositivi di ZTE, Huawei, Xiaomi, Lenovo, solo per citare alcuni brand ormai riconosciuti a livello globale.

- I Chinafonini sono illegali?
L'attuale regolamentazione italiana prevede che un telefono radiomobile (come tutti i dispositivi per telecomunicazioni) debba avere certificazione CE per essere posto in vendita sul mercato italiano. Un esercizio commerciale non può dunque vendere cellulari privi di tale certificazione, pena il sequestro degli articoli irregolari e salate multe. Essendo i chinafonini generalmente privi di tale certificazione, non possono essere venduti nei negozi italiani o da rivenditori on-line con sede legale in Italia.
Diverso è il discorso per l'acquirente privato: chi acquista per uso personale un chinafonino in Cina (o presso un venditore on-line cinese) non compie alcun illecito.
Le cose si complicano se si tratta di "cloni" (come specificato nella domanda relativa): questi possono essere considerati dalle autorità come "contraffazioni" e, conseguentemente, illegali.

- I Chinafonini fanno male alla salute?
La diffusa credenza che i cellulari cinesi abbiano emissioni maggiori di quelli occidentali deriva dal fatto che, come detto, questi prodotti solitamente non hanno certificazione europea, ma non c'è nessun nesso diretto tra l'assenza di certificazione e la quantità di radiazioni emesse. Sarebbe come dire che un cittadino francese non sa guidare perchè non ha la patente italiana: ovviamente avrà quella francese.
Anche i cellulari cinesi vengono sottoposti a controlli sanitari prima di essere immessi sul mercato e ciascun paese o area commerciale ha le proprie certificazioni, rilasciate da enti riconosciuti in tale area geografica.
Chi ha avuto modo, in Italia, di sottoporre i Chinafonini a un controllo diretto con appositi strumenti di rilevazione, asserisce che le emissioni di radiazioni sono del tutto in linea con quelle riscontrate nei cellulari occidentali.

- I Chinafonini sono pericolosi?
L'unico elemento di pericolosità nei chinafonini è in realtà comune a tutti i dispositivi elettronici portatili (anche di marca) ed è quello costituito dalla batteria. Deve essere sempre noto a tutti che le attuali batterie a ioni di Litio, soprattutto in presenza di incuria o condizioni anomale, comportano dei rischi, statisticamente irrilevanti, ma comunque esistenti. Ma mentre i mass media diffondono spesso la notizia di batterie esplose o incendiate su costosissimi smartphone occidentali, non si ha nessuna evidenza di una presunta maggiore pericolosità delle batterie cinesi.

- Perchè i Chinafonini costano poco?
La percezione del costo di cellulari e smartphone è alterata dai prezzi assolutamente spropositati con cui vengono posti in vendita i prodotti di marca. Questi prezzi sono frutto di speculazione e campagne pubblicitarie miliardarie e non rispecchiano il reale valore del prodotto. Non sono dunque i chinafonini a costare poco, ma sono i cellulari di marca a costare troppo, soprattutto in virtù del fatto che vengono anch'essi solitamente assemblati in Cina.

- Sul mio chinafonino c'è il logo "CE": è certificato dalla comunità europea?
Difficile dirlo. Un logo "CE" su di un prodotto non vuol dire necessariamente che il prodotto sia stato sottoposto alla regolare trafila per l'assegnazione della certificazione europea. Spesso il logo è sbagliato: nel logo originale le due lettere sono distanti e, completando il semicerchio che costituisce la lettera "C", il cerchio risultante deve essere tangente con la lettera "E" senza intersecarla. Ho visto spesso prodotti, anche italiani e non solo cellulari, su cui il logo CE era errato.

- Il mio chinafonino è uno "smartphone"?
Sebbene con il termine "smartphone" si intendesse originariamente indicare terminali ben più seri dei costosi giocattoloni touch screen spacciati oggi come tali (vedi "Che cosa è uno smartphone"), se il chinafonino che avete acquistato è dotato di sistema operativo Android (o di altro sistema espandibile) allora rientra a pieno titolo nella famiglia degli "smartphone" odierni, esattamente come un Samsung Galaxy o un Apple iPhone.
Se invece avete uno degli ormai rari chinafonini dotati di sistema operativo proprietario (basato su RTOS) allora non potete affermare di possedere uno "smartphone" ma avete in mano un prodotto oggi decisamente più originale ed inconsueto.



- I cosiddetti "cloni" sono simili ai prodotti originali da cui sono copiati?
Assolutamente no! I "cloni" sono una semplice replica estetica di telefoni di marca con cui non hanno in comune nessun componente hardware. I cloni del iPhone, in particolare, non hanno nemmeno lo stesso software dell'originale, ma vengono spacciati con una qualche versione di Android o con sistema operativo proprietario.
In base alle leggi vigenti, inoltre, i prodotti considerati contraffatti (anche se privi di loghi o scritte) possono venire legittimamente sequestrati ed il destinatario rischia addirittura una denuncia.

- Cosa sono esattamente RAM e ROM?
La RAM, ovvero "Random Access Memory" (memoria ad accesso casuale) è una porzione di memoria dove il sistema operativo "parcheggia" quei dati volatili necessari al suo funzionamento e non è accessibile all'utente.
Con l'acronimo ROM, ovvero "Read Only Memory" (memoria di sola lettura) possono invece essere indicate principalmente due cose: una porzione protetta di memoria in cui risiede il sistema operativo e non accessibile all'utente, oppure un archivio installabile contenente una precisa versione di un sistema operativo come Android.
In nessun caso la ROM può indicare la memoria a disposizione dell'utente, nonostante quanto erroneamente indicato da tutti i rivenditori cinesi, perchè su una memoria ROM non è possibile salvare nulla, ed è quindi evidente che la memoria di archiviazione di uno smartphone non sia una memoria "ROM".

- Di quanta RAM ho bisogno per il mio smartphone?
La verità? Ad uno smartphone serio basterebbero pochi Megabyte di RAM per svolgere tutte le funzioni che è lecito attendersi ma i chinafonini attuali sono dotati di sistema operativo Android che invece ha richieste decisamente esose (come del resto anche iOS e Windows Phone). Questo per due motivi principali: il primo è che gonfiando le richieste hardware di ogni nuova versione del sistema operativo si "costringono" gli utenti a comprare nuovi modelli con una certa frequenza, ed il secondo è che i sistemi operativi "smart" svolgono un numero enorme di funzioni non richieste dall'utente e spesso addirittura malevole, come quelle che prevedono la raccolta di dati per la "profilazione" dell'utente stesso.
Il risultato è che se i primi chinafonini Android necessitavano di "soli" 512 MB di RAM, si è rapidamente passati a tagli da 1GB, 2GB e 3GB e non è dato prevedere fin dove verrà spinta questa costosissima moda.

- Che risoluzione dovrebbe avere il display di uno smartphone?
Una risoluzione eccessiva per il display di uno smartphone non solo è inutile a causa dei limiti fisici dell'occhio umano, ma può addirittura diventare deleteria se si considera che l'elaborazione grafica della interfaccia assorbe gran parte delle risorse hardware, soprattutto in ambiente Android.
Se pensate che la risoluzione definita "Full HD" di 1920x1080 pixel viene attualmente utilizzata su schermi televisivi di ben 40 pollici e oltre, capirete da soli quanto una simile risoluzione possa essere esagerata per uno schermo di soli 5 o 6 pollici di diagonale. Ora sapete anche che un simile display richiede un processore più potente (e costoso), più memoria RAM, e consuma la carica della batteria più in fretta di uno schermo con risoluzioni più "umane" come 854x480 pixel o 950x540 pixel.

- I chinafonini hanno la TV?
Il ricevitore TV analogico è un retaggio dei vecchi chinafonini con sistema operativo proprietario e, oltre al fatto che tali chinafonini sono praticamente scomparsi, questa funzione è divenuta inutile per i paesi come l'Italia passati al sistema digitale terrestre. In realtà sono stati commercializzati anche diversi terminali con ricevitore TV digitale ma quando la quasi totalità dei chinafonini è passata al sistema operativo Android, questa comoda funzionalità è stata abbandonata, immaginiamo perchè Android "vuole" che tutti i servizi per l'utente transitino attraverso una connessione dati, in modo da essere monitorabili e "profilabili".

- Come funziona il Dual Sim?
La funzionalità Dual Sim presente sui chinafonini è generalmente del tipo "dual standby" che permette di tenere entrambe le sim contemporaneamente attive e raggiungibili finchè una delle due non è impegnata in una conversazione telefonica. Dato che il circuito telefonico è uno soltanto, se siete impegnati in una chiamata su una delle due sim, l'altra risulterà occupata. Da tenere presente che la stessa limitazione si presenta solitamente anche per le connessioni dati.
Questo non toglie che il dual sim permette di essere raggiungibile su due numeri differenti.

- Posso installare applicazioni e giochi sul mio chinafonino?
Se avete acquistato uno smartphone android potete, in teoria, installare ed utilizzare tutte le "app" sviluppate per tale sistema operativo. I problemi possono sorgere, però, se intendete usare Android come vorrebbe il suo produttore, ovvero scaricando qualunque applicazione dall'apposito servizio online, denominato dapprima "Market" e poi "Play", attraverso il vostro account Google personale. Alcuni chinafonini si sono dimostrati incompatibili con tale servizio online mentre altri lo sono diventati in seguito a un tentativo di aggiornamento del market o del sistema operativo. Quand'anche riusciste ad usare correttamente Google Play, è giusto ricordare che la vostra attività su tale servizio viene monitorata per raccogliere informazioni sulle vostre abitudini, con grave violazione della vostra privacy.
Per ovviare a questi problemi esistono dei "market" alternativi che però non offrono la stessa scelta di applicazioni di quello ufficiale oppure si può sempre scaricare le applicazioni da un PC per poi copiarle sul vostro telefono, come si faceva con gli smartphone precedenti ad Android ed al iPhone. A tal fine ricordiamo che le applicazioni per Android sono in formato ".apk".
Se invece disponete di un chinafonino con sistema operativo proprietario, dopo aver verificato che abbia il supporto Java, potrete installare ed eseguire solo midlet java in formato ".jar", reperibili a migliaia su internet, anche gratuitamente.

- Come si installano i programmi java?
In breve:
- Copiate il file con estensione .jar sul telefono
- Aprite il "file manager" del telefono e puntate alla cartella dove avete copiato il file
- Selezionate il file .jar
- Premete "Options" e quindi "Install"
- Andate nella sezione "Java" (o "Fun & Games") e lanciate il programma
Per una guida più dettagliata: Guida all'installazione di programmi java

- Come si installano i programmi per Android?
In breve:
- Copiate il file con estensione .apk sul telefono
- Aprite il "file manager" del telefono e puntate alla cartella dove avete copiato il file
- Tenete premuto il dito sul file .apk finchè non si apre il menù contestuale
- Selezionate "Installa" e seguite le istruzioni a schermo
- Andate nel menù principale di Android e lanciate il programma

- Perchè il mio chinafonino fa brutte foto nonostante abbia una fotocamera da molti Megapixel?
La risoluzione in Megapixel di una fotocamera digitale non ha NULLA a che vedere con la qualità ma indica solo la grandezza massima delle foto che può scattare. La qualità delle foto digitali è invece data da molti altri fattori quali la sensibilità alla luce, la velocità dell'otturatore, la resa cromatica, la messa fuoco e, in generale, dalla qualità del sensore utilizzato nell'assemblaggio della fotocamera. Per mantenere i costi contenuti nei chinafonini vengono generalmente utilizzate fotocamere di scarsa qualità che scattano foto mediocri anche se grandi 8, 13 o più Megapixel.
Esistono naturalmente delle eccezioni ma è bene sempre cercare qualche scatto di esempio prima di scegliere un modello se per voi le foto sono importanti.

- Perchè il mio chinafonino non va in 3G pur avendone la capacità?
Quando acquistate un chinafonino dovete sempre controllare prima che le frequenze su cui opera siano compatibili con quelle del vostro operatore. Il protocollo 3G (o anche il nuovo 4G) non utilizza le stesse frequenze in tutti i paesi del mondo e molti chinafonini supportano per il 3G solo le frequenze di 850, 1900 e 2100 MHz, risultando pertanto non compatibili con la frequenza di 900 MHz utilizzata ad esempio dall'operatore Tre in molte località italiane.
Un'altra possibile spiegazione del problema è che abbiate inserito la sim con cui desiderate connettervi in 3G in uno slot GSM: alcuni chinafonini dual sim hanno infatti un solo slot abilitato per il 3G.

- Perchè sul display viene visualizzato il numero e non il nome del chiamante?
Questo problema si verificava soprattutto con i chinafonini con sistema operativo proprietario di prima generazione ed era causato dalla assenza del prefisso internazionale (+39 nel caso dell'Italia) davanti ai numeri memorizzati in rubrica. A scanso di equivoci tutti i numeri in rubrica dovrebbero essere salvati in rubrica completi del prefisso internazionale per permettere a qualunque telefono di visualizzare sul display il nome del chiamante.

- Perchè i messaggi inviati non vengono salvati?
Altro comportamento tipico dei primi chinafonini con sistema operativo proprietario che nel compositore di SMS offrivano due opzioni per l'invio: "Invia" e "Salva ed invia". Selezionando la prima opzione il messaggio inviato non veniva salvato nella cartella dei messaggi inviati. L'opzione "Salva ed invia" non veniva però proposta se si componeva un messaggio cliccando su "rispondi" ad un messaggio ricevuto.
Il problema non risulta essere presente sui chinafonini con sistema operativo Android o Windows Mobile.

- Quale è il codice/password per il ripristino delle impostazioni e per cancellare dati?
Parliamo ancora dei chinafonini con sistema operativo proprietario e non di quelli con Android o Windows Mobile. Nella maggior parte dei casi su questi dispositivi il codice preimpostato è "1122".

- Posso aggiornare/sostituire il firmware (sistema operativo) del mio chinafonino?
Se nei vecchi chinafonini, quelli con firmware proprietario, era praticamente impossibile aggiornare o sostituire il software preinstallato, a meno di non possedere un costoso hardware dedicato (vari tipi di "box" con cavetti speciali), i dispositivi dotati di Android permettono abbastanza facilmente di "flashare" il sistema operativo, ma con il grosso rischio di far danni, rendendo il chinafonino inutilizzabile ("briccato", dall'inglese "bricked" ovvero divenuto un mattone).
Ciascuno smartphone, infatti, necessita di una ROM del sistema operativo specificamente realizzata per tale modello e per le sue componenti hardware. Se si prova a flashare su di un modello la ROM di un modello diverso si avranno ottime probabilità di "briccare" lo smartphone.

- Posso installare Android o iOS o Windows Mobile su un telefono che non lo ha?
Assolutamente no. Ciascun sistema operativo per smartphone è sviluppato per una specifica architettura hardware. Su un normale telefono cellulare con sistema operativo proprietario non è possibile installare un sistema operativo per smartphone.

- Posso aggiungere la lingua italiana al mio chinafonino che ne è sprovvisto?
Se parliamo di un chinafonino con sistema operativo proprietario, no, per i motivi già esposti nelle risposte precedenti. Se invece parliamo di un chinafonino dotato di Android esistono almeno due modi per implementare la lingua italiana se non presente. Il primo modo, quello più rischioso, consiste nel flashare il dispositivo con una ROM di Android dotata di lingua italiana, ma si è comunque vincolati dalle restrizioni di cui abbiamo parlato riguardo al flash del sistema operativo e si è sempre esposti al rischio di "briccare" il telefono. Il secondo modo consiste nell'installare su Android un semplice "launcher" o una interfaccia grafica in italiano, o altro programma specifico come "MoreLocal".

- Perchè non riesco a connettermi con il WiFi al mio router Alice?
Un utente del forum ci ha segnalato questa soluzione: aprite l'utilità per la configurazione del vostro router Alice e cercate le impostazioni relative al "DHCP"; se nel parametro "lease time" c'è il valore "24" oppure "-1", sostituitelo con il valore "23" o "99999999".

- E' possibile acquistare un chinafonino sul sito web Chinafonini.it?
No, chinafonini.it non vende nulla ma si propone fin dalla sua nascita di veicolare informazione indipendente sul mondo dei cellulari cinesi attraverso il sito web, e di raccogliere una community di appassionati dell'argomento sul forum.
Sappiamo che diversi rivenditori, nel corso degli anni, hanno utilizzato per i loro siti nomi che contengono il termine "chinafonini", ma Chinafonini.it è del tutto estraneo a queste iniziative commerciali che spesso tentano di carpire la fiducia dei potenziali acquirenti sfruttando la reputazione del nostro sito web. Diffidate di qualunque rivenditore che utilizzi richiami ingannevoli al nostro sito.


N.B. La F.A.Q. è, per sua natura, aperta ad aggiunte, integrazioni e miglioramenti. Nuove domande e risposte verranno aggiunte con il tempo facendo tesoro dei quesiti più significativi posti dagli utenti.
Potete commentare o aggiungere le vostre domande rispondendo all'apposito topic nel forum, tenendo però presente che nella F.A.Q. troveranno posto solo le questioni più significative e non legate a singoli modelli.


© 2009-2015 www.chinafonini.it


Cookie policy