chinafonini.it
Il Sito Guida sui Cellulari Cinesi... e non solo
Dichiarazione di Declino di Responsabilità / Disclaimer
Il titolare di questo sito non effettua rivendita dei dispositivi menzionati e non è collegato con i rivenditori citati.

La Recensione del Anycool T728
di Daniele Nardiello (nickname "dannar" sul forum) e Walter Trivigno
© 2009 www.chinafonini.it


Introduzione
Abbiamo affermato in altri nostri articoli (vedi recensioni di Daniele Nardiello - nota dell'editore) di preferire i prodotti della tecnologia orientale, argomento del Forum di chinafonini.it e oggetto dei desideri, con design originale ed innovativo, pur con richiami e caratteristiche riconducibili ai marchi blasonati. Tuttavia abbiamo avuto modo di riscontrare un crescente interesse, di pubblico e di mercato, verso i cosiddetti "cloni", termine ampiamente abusato e spesso impropriamente utilizzato.
A nostro (degli autori - NdE) parere, "clone" equivale a "plagio": i siti di e-commerce sono pieni di cellulari made-in-china con una bella mela stilizzata e magari anche con una scritta "nokla" oppure "nckia".
Acquistare questo genere di prodotti, oltre che di dubbio gusto talora al limite del "kitsch", può essere molto pericoloso per la tasca (prodotti non sdoganati, fatti di materiali scadenti o con hardware/software difettoso non coperto da garanzia o adeguata assistenza tecnica) oltre che per la salute (mancata omologazione alla normativa europea sulle emissioni elettronagnetiche degli apparecchi radiomobili)(la mancanza dell'omologazione europea non indica automaticamente una emissione maggiore: esistono dispositivi non omologati che presentano valori di SAR inferiori a quelli di altri apparecchi omologati - NdE). Non vogliamo fare peraltro un'anacronistica "caccia alle streghe", ma da consumatori attenti quali ci riteniamo, preferiamo acquistare cellulari dalla forma evocativa o dal feeling accattivante, giammai smaccatamente copiativi.
In questa ottica va inquadrata la prova dell'Anycool T728 che modestamente proponiamo all'attenzione dei visitatori di chinafonini.it.

Primo contatto - Design
Molti appassionati avranno già apprezzato questo modello della casa di Shenzhen, così somigliante al ben noto HTC Diamond Touch.
La prima impressione tattile del materiale plastico lucido nero fa riaffiorare alla mente ricordi infantili di un robot giocattolo, mio compagno indistruttibile di giochi. Non è affatto questa una critica velata di ironia, la scocca del T728 è fatta dello stesso materiale plastico, leggero, flessibile, gradevole al tatto e, cosa ben più importante, resistente al logorio. Molto meglio di certe plastiche "coreane" o "finlandesi" che ben presto perdono la vernice, denudando impietosamente gli angoli.

Funzionalità telefoniche
Il software di questo telefono è quello consueto della serie T8, con un perfezionamento della funzione accelerometro. Scuotendo l'apparecchio, è possibile scorrere gli sfondi (si avverte in questo caso anche una breve vibrazione), cambiare brano in ascolto, canale TV, voci del menu, azzerare la suoneria all'arrivo di una chiamata, e molto altro.
In più, è presente un sensore di gravità che permette la rotazione dello schermo su quattro lati.
Naturalmente le funzioni descritte, al di là di ogni valutazione circa la loro reale utilità, sono disattivabili.

La tastiera è nascosta, ovvero ricoperta da un'unica piastrina trasparente e flessibile, quindi visibile solo con la retroilluminazione attivata. Una scelta che va in direzione dell'eleganza, piuttosto che della funzionalità.

Il display è il consueto LCD QVGA a 260.000 colori da 2,6", abbastanza nitido e visibile, anche se continuiamo a preferire la chiarezza e la trasparenza dei display a 3" della serie T8.

Le funzionalità sono quelle ben note garantite dal sistema operativo proprietario RTOS, a livello di gestione del doppio segnale GSM e della multimedialità TV e FM. Rimandiamo alle sezioni corrispondenti delle nostre precedenti recensioni (quelle di Daniele Nardiello - NdE).

In conclusione, il T728 piace. Piace per la leggerezza (solo 90 g), piace per la qualità dei materiali, piace soprattutto per il sottile gusto di sfoggiare un oggetto tecnologico apparentemente costoso.

Daniele Nardiello (nickname "dannar" sul forum) e Walter Trivigno
© 2009 www.chinafonini.it


Torna alleRecensioni

Cookie policy